Francesco Mondora, il senso del cuore

20 days ago

 

cuore /’kwɔre/ sostantivo maschile derivante dal latino cŏr.

Il cuore è un organo muscolare, cavo, che costituisce il centro motore dell’apparato circolatorio. Anatomicamente è solo questo, un motore. Eppure, sin dall’antichità noi uomini lo abbiamo ritenuto molto più che un organo muscolare cavo, lo abbiamo identificato come il nucleo della nostra vita spirituale e affettiva. Come sede della sensibilità e dei sentimenti o della loro assenza. Diciamo “cuore di pietra” per indicare colui o colei che è stato indurito dalla vita ma diciamo anche “cuore tenero” quando invece la persona ha buoni e compassionevoli sentimenti. Quando soffriamo per un amore tradito o non corrisposto sentiamo che ci è stato “spezzato il cuore”, quando abbiamo un cruccio abbiamo “una spina nel cuore”, quando proviamo una forte emozione abbiamo “un tuffo al cuore”, quando siamo sinceri abbiamo “il cuore sulle labbra” e quando siamo coraggiosi siamo “cuor di leone”. Occhio non vede cuore non duole ci dice l’amico del cuore quando vuole esortarci a non farne un dramma come anche lontano dagli occhi lontano dal cuore quando per confortare una delusione ci consiglia di metterci il cuore in pace. Amor c’al cor gentil ratto s’apprende fa dire Dante a Francesca nel V canto dell’Inferno. Solo il tuo cuore ardente e niente più, esiste per il Federico Garcìa Lorca di Desiderio.Si vede bene solo con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi dice Saint Exupery nel Piccolo Principe. Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce, diceva il matematico, fisico, filosofo e teologo francese Blaise Pascal.

Dunque, perché riteniamo di avere solo cinque sensi?

“Occorre entrare nella consapevolezza che i sensi sono molto più di cinque” sostiene Francesco Mondora ospite questa settimana al Tempo dei Nuovi Eroi su Radio Italia. “Ad esempio, il cuore ci porta un senso in più. Le emozioni che noi sentiamo con il cuore vanno oltre il normale carattere sensoriale”.

Tutte le puntate, in onda ogni mercoledì alle 23:00 su Radio Italia e ogni giovedì alle 22.20 su Radio Italia Tv,  sono disponibili nella pagina dedicata di radioitalia.it sia nel format radiofonico sia nel format televisivo