Gianna Fratta
Pianista e direttore d'orchestra.

4 anni, 4 mesi fa, reading time: 4 mins.

Ha completato la formazione superiore accademica in pianoforte e composizione col massimo dei voti, oltreché in direzione d’orchestra con 10 e lode, studiando con i maestri Daniela Caratori, Ottavio De Lillo e Rino Marrone.
Si è perfezionata in pianoforte con Franco Scala ad Imola e Sergio Perticaroli a Roma e ha ottenuto il prestigioso diploma di merito e la borsa di studio all’Accademia Chigiana di Siena a seguito del corsodi direzione d’orchestra tenuto dal M° Yuri Ahronovitch.
E’ laureata in giurisprudenza, oltreché in discipline musicali con 110/110 e lode.
Ha concluso gli studi superiori di Musica Corale e Direzione di coro.
La sua carriera come pianista, che l’ha vista vincitrice di concorsi nazionali e internazionali, continua tutt’oggi attivamente con l’ensemble Umberto Giordano – di cui è pianista fin dalla nascita del gruppo – col quale ha effettuato tournèe in Italia, Germania, Spagna, India, Israele, Turchia, Corea, Stati Uniti, Lituania, Svezia suonando in città come Mumbay, Kolkatta, Tel Aviv, Haifa, Istanbul, Stoccolma, Vilnius, Seoul, New York, Barcellona, Roma ecc.
Il 30 aprile del 2010 ha debuttato con lo stesso ensemble alla Carnegie Hall di New York con grande successo. Dopo i 25 anni, Fratta si è sempre più dedicata alla direzione d’orchestra lavorando con orchestre come i Berliner Symphoniker (prima donna), l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma (prima donna italiana), la Sinfonica di Macao (Cina), la Cappella Istropolitana di Bratislava, la Mimesis del Maggio Musicale fiorentino, la Royal Accademy di Londra, l’Orchestra della Fondazione Toscanini di Parma, l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari (prima donna), la “Nuova Scarlatti” di Napoli, la Russian Simphony Orchestra, l’Orchestra Sinfonica di Kiev, la Sinfonica di Greensboro (USA), l’Orchestra de l’Ile de France, la Sungshin Orchestra di Seoul (Corea), l’Internazionale d’Italia (Festival della Valle d’Itria – prima donna), l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Belgrado, quella di Tirana, la Prime Philarmonic Orchestra di Seoul, la Sinfonica di Sanremo, L’Aquila, Bari, Lecce, Taranto e molte altre in tutto il mondo.
Assistente del grande direttore russo Yuri Ahronovitch, egli ha scritto di lei “non ho mai conosciuto un direttore così giovane e già così dotato di braccia e di cuore”. Ha diretto in tutto il mondo titoli come Rigoletto, Madama Butterfly, Tosca, Pagliacci, Cavalleria Rusticana, Falstaff, Il Tabarro, Suor Angelica, Gianni Schicchi, Aida, Carmen, Elisir d’amore, Turandot, La Traviata, Il Re e Marcella di Umberto Giordano e molti altri. E’ titolare di cattedra di elementi di composizione al Conservatorio “U. Giordano” di Foggia, visiting professor alla Sungshin University di Seoul (South Korea) in cui è docente di pianoforte e Opera Workshop, oltreché docente ospite per master classes in varie Università nel mondo.
Ha lavorato con artisti come Carla Fracci, Mirella Freni, Daniele Abbado, Raina Kabaiwanska, Francois Thiollier, Sergio Castellitto, Margaret Mazzantini, Michele Placido, Valentina Igoshina e tanti altri; il prossimo autunno sarà impegnata in Sud Corea nella direzione di Turandot e di Madama Butterfly con la regia di Daniele Abbado. Il 7 marzo 2009 è stata insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica italiana dal Presidente Giorgio Napolitano, nel corso della cerimonia “Onore al Merito” tenutasi al Quirinale per i risultati da lei ottenuti in campo internazionale come direttore d’orchestra.
Ha inciso CDs e DVDs per numerose case discografiche (Bongiovanni di Bologna, Velut Luna di Padova, Nea&Antiqua di Bari, Budapest Dischi ecc…).
L’ho incontrata in occasione di “MCU incontra l’Eccellenza: Gianna Fratta – Sulle note del Silenzio”